felicità è una scelta

La Felicità è una scelta

felicità

In cinque semplici parole sono riuscita a condensare tutto il significato di quest’articolo. La Felicità è una scelta, che equivale a dire: la Felicità è una nostra responsabilità. Già vedo sollevarsi dai quattro angoli della terra frotte di persone pronte a difendere il partito opposto… e sapete perché? Perché la vita ci dimostra ogni giorno quanto sia difficile, per non dire impossibile, perseguire appunto la Felicità. Forse perché il partner non si comporta come vorremmo, forse per la cronica mancanza di soldi, o perché si è nati nella parte sbagliata del mondo. Ognuno sarà pronto a proporre molte valide argomentazioni, anche piuttosto sostanziose, per dimostrare di non essere capace di raggiungere la Felicità.

Io però mi domando: e se fossero tutte scuse?

Ragazzi, non prendiamoci in giro: i problemi gravi, quelli che sono in grado di tenerci svegli la notte coi sudori freddi, capitano di rado nella vita. Tutti gli altri non possono avere il potere di rovinarcela. Se invece capita, vuol dire che la colpa è nostra.

Partiamo dal presupposto che, secondo me, la Felicità non ha un’unica forma (e questo è il motivo per cui dopo 3000 anni di filosofia siamo ancora qui a parlarne). Ognuno di noi può essere reso felice in maniera differente. Per la sottoscritta, per esempio, la felicità potrebbe essere rappresentata da una casetta in mezzo al verde, con la sua famiglia, animali e un bell’orto da seguire. Per un’altra persona, invece, molto più ambiziosa di me nel campo lavorativo, potrebbe essere un posto di rilievo all’interno della sua azienda. Ognuno ha la sua idea di Felicità e per ognuna di esse si dovrà cercare una formula differente.

Eppure, mi tocca aggiungere, sono persuasa che si possa essere felici anche prima del raggiungimento di quel determinato traguardo, perché in ogni caso essa non può basarsi su motivazioni esterne al mio essere, perché queste ultime sono contingenti e spesso al di fuori del mio controllo. Non posso accettare che la mia Felicità dipenda da beni esteriori e mutevoli; essa dovrà riguardare qualcosa a me più vicino, ovvero la mia intimità, il mio essere.

scelgo la felicità

Anche da questo discende la mia opinione: la Felicità è una scelta consapevole e quotidiana, una scelta difficile e che ci impone di essere anticonvenzionali ed egoisti.

Anticonvenzionali, perché si tratta di eliminare tutta la fuffa della società, tutti i condizionamenti di parenti, amici e pseudo tali; si tratta insomma di fare il vuoto dentro di noi e rispondere alla domanda ‘cosa renderebbe felice me e solo me?’ Rispondere a questa domanda è difficilissimo, perché la risposta richiede di accantonare la cosiddetta buona educazione, richiede cioè di trovare il coraggio di pensare a noi stessi, senza tenere in considerazione gli altri, ed agire di conseguenza. Per questo la Felicità richiede anche del sano egoismo; ma non temete, se seguirete questa strada non rimarrete soli, infatti, da che mondo è mondo, la persona felice è sempre attorniata da gente, come le api vengono attratte dai fiori ricchi di polline. E’ matematico.

Piccola parentesi. Ricordiamo che siamo noi a decidere cos’è che può renderci felici. Se saranno le scarpe di marca ad accontentare il nostro bisogno, o la vacanza alle Maldive, o la casa in riva al mare, beh, probabilmente sarà più difficile centrare l’obiettivo. Se invece saranno gli affetti, la vicinanza alle persone a noi care, la capacità di intessere rapporti interpersonali fecondi con gli altri, allora forse sarà più facile trovare la nostra Felicità.

felicità è una scelta

Dopo aver fatto un’analisi interiore accurata e aver compreso VERAMENTE cosa ci può rendere felici, bisogna trovare il modo per conquistare la Felicità. Anche questa volta si troverà la strada in salita, perché probabilmente bisognerà eliminare tutto ciò che è dannoso, vale a dire cose, luoghi e addirittura persone. Siamo letteralmente invasi da cose che ci fanno male e anche in questo caso serve coraggio, perché ci raccontiamo un sacco di storie sui nostri fantomatici obblighi verso il prossimo.

La verità è che nessuno può costringerci a farci del male e per ogni problema c’è sempre una soluzione. Siamo circondati da soluzioni, solo che spesso non le vogliamo vedere (o non abbiamo voglia di vederle), perché per cambiare bisogna mettersi in discussione. Dobbiamo uscire dalla comfort zone e rischiare, anche se questo ci riempie di paura. Ma dobbiamo farlo se vogliamo evolvere, dobbiamo togliere la ruggine, far volare via la polvere, volesse anche dire allontanare le persone a noi care e importanti. Il male, spesso e volentieri, scegliamo di infliggercelo da soli.

No! Prima dobbiamo capire di cosa abbiamo bisogno, in un secondo momento dovremo fare pulizia di cose e persone dannose: solo allora saremo pronti per far tornare gli altri nella nostra vita. A quel punto non saranno più dei nemici e sceglieremo noi che ruolo dargli. E siccome staremo bene con noi stessi, faremo stare bene anche loro.

One thought on “La Felicità è una scelta

  • Increible con la claridad con la que describes en que consiste la verdadera felicidad,mas alla de las cosas materiales y triviales que caracterizan las imagenes preconcevidas que nos proyectan los medios sociales, tanto en internet como en la television. Escribo en spagnol porque me resulta dificil la gramatica del idioma italiano. Tu escritura es tan accesible a todos, que no importa nacionalidad,idioma,religion,tus palabras van mas alla de lo literalmente bello,sin criticas juiciosas, trasmites pura autenticidad.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>