Trovare lavoro

Non riesco a trovare lavoro

“Ignoranti quem portum petat nullas suus ventus est.”

“Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.”

Seneca

 

Non riesco a trovare lavoro!“, è una delle esclamazioni tipiche delle persone che da molto tempo sguazzano nel mercato del lavoro senza riuscire a trovare una collocazione. Come tutti, si interrogano per capire dove sbagliano, come mai sembra che il mondo si sia schierato contro di loro. Sono realmente intenzionate a risolvere la loro situazione, ma non sanno come fare o da dove partire. Per questo motivo alle volte decidono di rivolgersi a me, per dialogare con qualcuno che riesca a valutare la loro condizione da un punto di vista esterno ed informato.

Non riesco a trovare lavoro
Non riesco a trovare lavoro

Stamani ho concluso una consulenza di questo tipo. La persona in questione, una ragazza appena laureata di 27 anni, è venuta lamentandosi di non riuscire a trovare lavoro, nonostante sembrasse che in provincia ci fossero numerose posizione aperte nell’ambito della sua professione (infermieristica) e la possibilità di sostenere colloqui. 

Ho iniziato ad analizzare insieme a lei il curriculum, parlando delle sue competenze e delle sue aspirazioni, col proposito di vedere in un secondo momento se sbagliava la scelta degli strumenti di comunicazione per giungere al colloquio conoscitivo. Dopo poco tempo,  però, nemmeno 10 minuti di conversazione, ho capito che c’era moltissimo lavoro da fare e si trovava a monte di tutto questo: la ragazza non sapeva cosa voleva nella vita e quindi non riusciva ad indirizzare le energie in maniera coerente e costruttiva nella ricerca del lavoro. Utilizzando una metafora: era come un arciere con numerose frecce nella faretra, ma nessun tabellone da colpire davanti a sé.

 

Raggiungere l'obiettivo
Raggiungere l’obiettivo

Abbiamo visto quali erano gli obiettivi a breve e a lungo termine che si proponeva di raggiungere nell’ambito lavorativo e ho scoperto che alcuni tra essi addirittura si autoescludevano. Per esempio, voleva fare carriera e avere un full time, ma allo stesso tempo desiderava avere molto tempo libero per coltivare interessi e amicizie e mettere su famiglia.  A quel punto mi è parso ovvio che non riuscisse a trovare il suo posto di lavoro ideale. Parlando in marketingese, doveva porsi degli obiettivi raggiungibili e stabilire degli strumenti per misurarli nel tempo.

Le ho quindi consigliato di redigere una lista di obiettivi lavorativi e di ordinarli per priorità. Compito difficile, lo so, soprattutto se si hanno idee in conflitto tra loro, ma è un’azione necessaria da fare. Per esempio: avrebbe dovuto capire se fare carriera era più importante del mettere su famiglia nell’immediato, perché sono due aspetti molto importanti della vita di una persona e spesso entrano in competizione.  

Una volta raggiunto questo step, le ho chiesto di compilare una nuova lista con i suoi pregi e difetti caratteriali, gli aspetti lavorativi che non è disposta ad accettare in un posto di lavoro (stress, capo rabbioso, paga bassa…), quali caratteristiche avrebbe dovuto avere il nuovo contratto ecc. 

Compilare una lista di obiettivi per ordine di priorità
Compilare una lista di obiettivi per ordine di priorità

In questo primo incontro abbiamo impostato il percorso, ma ci sarà tanto di cui parlare 😉 Per alcune persone questo iter si dimostra fondamentale e può arrivare ad articolarsi in numerosi appuntamenti. Per questo motivo Regione Veneto, per esempio, ha messo a disposizione degli operatori del mercato del lavoro degli strumenti specifici di consulenza gratuita per chi non trova lavoro da diverso tempo. Spesso infatti i problemi delle persone non sono legati alla disponibilità di offerte lavorative, ma all’incapacità di scegliere le vie più adatte per raggiungerle.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>