Chi sono?

Ciao! Mi chiamo Sara e sono una giovane bellunese di 28 anni. Vivo a cavallo tra Belluno e Trento per riuscire a portare avanti il mio lavoro e le mie passioni.

Recruiter, formatrice, social media manager e aspirante giornalista… questi sono gli ambiti in cui mi sto facendo strada in ambito lavorativo. Nel caso in cui abbia la possibilità di farlo, cerco di far coincidere lavoro e passione scrivendo di arte, per esempio, o raccontando dei miei viaggi in Italia e in giro per il mondo.

Fino a qualche anno fa mi definivano simpaticamente tecnolesa e quando mi compravo un cellulare nuovo lo passavo a mia sorella perché mi installasse le applicazioni. Una volta presa la maturità classica, mi sono trasferita a Trento e lì ho scoperto il mondo dei social media. Nonostante la mia formazione umanistica e le mie scarse competenze digitali, il mondo del marketing, soprattutto applicato al web, ha iniziato ad affascinarmi.

A Trento, quindi, ho iniziato a studiare da autodidatta i social (Facebook e Instagram soprattutto); successivamente piattaforme per imbastire siti web, come wordpress, portfoliobox e WIX. Nell’ottica di riuscire a svolgere la mia attività tutta da sola ho iniziato ad impratichirmi con la tavoletta grafica appoggiandomi a photoshop e corel painter.

A settembre 2017 ho svolto un corso come “Social media manager e operatore web”, concluso con successo e successivo apprendistato di quasi un anno, durante il quale ho avuto occasione di insegnare come formatrice materie come marketing, digital marketing, tecniche di vendita e altro.

Passa a trovarmi su LinkedIn per scoprire le mie esperienze nel dettaglio!

Qualche info su di me

Attualmente lavoro presso l’agenzia di ricerca e somministrazione del lavoro During Spa, filiale di Belluno e Feltre. Nel tempo libero scrivo per il mensile trentino UCT, per il quale mi occupo principalmente di arte e digital marketing, moderando l’editoriale “Social e Dintorni”. Aiuto nell’organizzazione di piccoli eventi, come la Conferenza sulla Violenza dello scorso 6 Giugno svoltasi presso la Biblioteca Comunale di Trento.

Formazione

Ho potuto contare su una buona formazione umanistica, garantita dal Liceo Classico Tiziano di Belluno, e una discreta formazione artistica, grazie alle lezioni pomeridiane di disegno a mano libera tenute presso l’Istituto Leonardo da Vinci e seguite per quattro anni, nella medesima città.

Il disegno e la pittura

La passione per il disegno mi è valsa due segnalazioni al concorso ‘Un poster per la Pace’, indetto ogni anno dal Lions Club di Belluno; la terza volta, con l’opera ‘La Pace inizia da noi’, mi sono aggiudicata il 5° posto a livello nazionale.

Nel tempo la mia arte si è evoluta, portandomi a specializzarmi nella pittura su tessuto, in particolare abbigliamento e oggettistica del medesimo supporto. Ritengo, infatti, che sia molto bello e interessante dare la possibilità alle opere d’arte di ‘prendere vita’ e ‘muoversi’ nello spazio grazie alla persona che le indossa.

Pittura a parte, ho realizzato illustrazioni e copertine per libri, nonché disegni che sono stati impiegati in vario modo all’interno di eventi ludici.

Scrittura

Un’altra mia passione, come avrete potuto immaginare, è costituita dalla scrittura. Fin da giovane mi sono cimentata nella composizione di poesie e racconti brevi. Ho scritto e presentato due manuali per il GDR al Circuito Nazionale Gioco di Ruolo, vincendo con uno dei due il primo premio per i migliori personaggi. Attualmente sono in attesa di poter pubblicare ‘La Mente e il Cuore’, un romanzo dal sapore filosofico.

Recitazione

La mia terza passione, che rinvia al mondo del Gioco di Ruolo, è la recitazione. Nonostante abbia partecipato a molti piccoli eventi recitativi, ve n’è uno degno di nota: per due anni ho fatto parte della compagnia teatrale diretta dal regista Massimo Ferigutti, mettendo in scena un Musical ispirato all’opera ‘Aggiungi un posto a tavola’.

Essendo attratta, quindi, da tutto ciò che è di natura culturale e che ha attinenza col teatro, sono stata per diversi anni Socia e poi Presidentessa del Consiglio Direttivo di un’associazione ludico-culturale no profit, l’Aleator.

Nel territorio bellunese, inoltre, grazie alla collaborazione con le realtà locali e l’amministrazione comunale di Mel, sono riuscita a organizzare tre caffè letterari, i Trevy’s Café. Essi hanno avuto l’obiettivo di affrontare la tematica della Libertà da tre differenti punti di vista, ai quali sono state dedicate appunto le tre serate: il concetto di Libertà nell’accezione comune, la Libertà dal punto di vista religioso e in ultima la Libertà secondo l’aspetto politico. Ogni volta sono stati portati degli esempi di carattere letterario, pittorico, musicale e cinematografico.

LinkedIn
Share
RSS